Amore? Macchè: a San Valentino vince la scappatella

San Valentino non è più la festa degli innamorati. A sentire gli iscritti al nostro sito, è diventato il giorno giusto per la scappatella.

Ma quale amore, San Valentino è la festa degli amanti. La nuova tendenza per il 14 febbraio è la “scappatella”. E per barcamenarsi tra il partner ufficiale e l’amante, eccovi qualche consiglio interessante per vivere questa giornata in maniera originale.

Insomma, se fino a poco tempo fa si dedicata il 14 febbraio alla propria compagna e il giorno dopo all’amante, quest’anno la tendenza è cambiata. Tra sentimento e desiderio di trasgredire, gli italiani hanno scelto il secondo.

Come? Basta anticipare un po’ i tempi. Prendetevi un giorno di ferie e dedicatelo al sesso con la vostra amante: sperimentate! Se la vostra partner vi stressa perché vuole andare a cena fuori, mentite e dite che lavorate fino a tardi, posticipando la cenetta ad un’ora tarda. Nel frattempo, sceglietevi un albergo fuori città e portate con voi la vostra amante e… dateci dentro a più non posso.

E’ un po’ quello che ci ha confessato di fare David, uno dei nostri membri iscritti al sito Scappatelle.org. Ecco cosa ci ha raccontato:

“Oggi so esattamente cosa fare. Voglio godermi la trasgressione come fosse un primo incontro, con dolci carezze e baci sui punti chiave. Voglio farla sentire donna, prenderla nel vortice della passione e sentire tutta la sua eccitazione. Voglio passare un pomeriggio diverso. Poi, in serata, andrò a cena con mia moglie. La solita routine: cenetta, passeggiata romantica sul lungomare, qualche coccola ma niente sesso. Dirò che il lavoro mi ha stressato troppo e che le dedicherò l’intera giornata di domani. Il sabato mi salverà e avrò doppia razione di sesso. Fatevi furbi!”

0 comments

No comments yet

Leave a Reply