Cosa guardano le donne in un uomo?

Lo abbiamo chiesto a 3oo donne iscritte su Scappatelle.org. I risultati? Sorprendenti! Ecco quali sono…

Vi siete mai chiesti che cosa guardano le donne quando vedono un uomo? Abbiamo intervistato circa trecento iscritte alla nostra community, dai 18 ai 60 anni, e abbiamo stilato una classifica delle parti del corpo più eccitanti per una donna. Perché, ormai è chiaro, la prima impressione è spesso quella che conta. Spesso sono proprio le donne a puntare il dito contro gli uomini, etichettandoli come superficiali, ma spesso il gentil sesso non si comporta in maniera diversa.

Il 65% delle nostre ragazze ha risposto che il viso e il fondoschiena hanno esattamente la stessa importanza in un ragazzo. Se per il viso guardano il taglio degli occhi e il colore, non da mano sono labbra e dentatura smagliante. Ma occhio particolare viene dato anche al fondoschiena: lo preferiscono bello sodo e allenato. Ma se uno ha la faccia come il culo, non vale? :))

Il 72% delle intervistate, inoltre, ammette che le spalle larghe sono un elemento fondamentale. Questo perché, incosciamente, un uomo dalle spalle possenti fa aumentare nella donna il senso di protezione e fa venire più voglia di farsi stringere e coccolare. Interessante il dato che vede le donne dai 25 ai 35 anni particolarmente attente alle mani, soprattutto alle unghie che devono essere perfettamente curate. Il dito più “gettonato” è l’anulare: le donne buttano spesso un’occhiata lì per verificare la presenza o meno di una fede, che lascia immediatamente capire se il ragazzo è già impegnato.

Il 38% delle intervistate ha ammesso che anche la voce è fondamentale: le donne preferiscono uomini con la voce bassa e profonda, mentre tendono ad evitare chi ha un tono alto o nasale.

A sfatare un mito tutto maschile ci pensa l’ultimo dato: solamente il 25% delle intervistate ha ammesso che le dimensioni del pene sono importanti, mentre il 35% ha risposto che si tratta di un elemento assolutamente secondario. Non lascia dubbio il restante 40% che, seccamente, ha risposto che non importa quanto sia grande. Della serie “l’importante è che funzioni”.

0 comments

No comments yet

Leave a Reply